Maffucci, sindrome di
Malformazioni congenite, cromosomopatie e sindromi genetiche

Rara sindrome evidente sin dalla la nascita e caratterizzata dalla presenza di particolari formazioni tumorali a livello dei vasi (emangiomi) e delle ossa (encondromi). La diagnosi si basa sulla presenza contemporanea di emangiomi a distribuzione superficiale oppure profonda perlopiù localizzati agli arti bilateralmente ed encondromi, anch’essi generalmente bilaterali. Col tempo lo sviluppo di voluminosi encondromi conduce ad una deformazione delle ossa interessate. Possono inoltre essere presenti varici, linfangiomi e vitiligine. Dato il rischio di trasformazione neoplastica sia degli emangiomi che degli encondromi, il paziente deve essere sottoposto a periodici controlli clinici. Oltre alla trasformazione maligna, le complicanze più importanti sono relative alle conseguenze della deformità degli arti e all'insorgenza di emorragie, per potenziale rottura degli emangiomi stessi. Non è nota la causa della malattia. La maggior parte dei casi è di tipo sporadico.

Dati epidemiologia

Attualmente sono stati descritti circa 100 casi. Affligge in uguale misura entrambi i sessi. Non sono disponibili dati epidemiologici precisi su prevalenza ed incidenza della malattia. La prevalenza in Piemonte e Valle d'Aosta è stimata in 0,2 casi su 100

ICD-9-CM: 7564

Codice esenzione: RN0960

Ambito di esenzione: nazionale

Parlato