Atrofie muscolari spinali
Malattie del sistema nervoso centrale e periferico

Gruppo di malattie ereditarie progressive caratterizzate da debolezza e atrofia progressiva dei muscoli degli arti e del tronco causate da una degenerazione delle cellule nervose motorie (motoneuroni) localizzate nelle corna anteriori del midollo spinale. Se ne conoscono vari tipi, differenti per età d'esordio ed andamento clinico: -AMS di tipo I (Malattia di Werdnig-Hoffmann): esordisce nei primi sei mesi di vita ed ha una prognosi infausta a causa del precoce coinvolgimento delle funzioni bulbari -AMS di tipo II (forma intermedia): ad esordio in età variabile tra i 7 ed i 18 mesi. I I piccoli pazienti colpiti dalla malattia sono in grado di stare seduti senza appoggio per un certo periodo tuttavia non sono in grado di raggiungere la stazione eretta e hanno una prognosi intermedia tra il tipo I ed il tipo III. -AMS di tipo III (Malattia di Kugelberg-Welander): esordisce più tardivamente tra i 5 ed i 15 anni. I pazienti solitamente riescono ad acquisire la stazione eretta e a camminare senza ausilii, hanno la migliore prognosi per la vita; raro e il coinvolgimento della muscolatura bulbare. -AMS tipo IV, ad esordio in età adulta. -AMSB (atrofia muscolare spino-bulbare o Malattia di Kennedy). Questa forma colpisce esclusivamente i maschi ed esordisce in età adulta con interessamento sia della muscolatura scheletrica che di quella bulbare che controlla le funzioni di masticazione, fonazione, deglutizione e respirazione. In generale la prognosi è tanto migliore quanto maggiori sono le capacità motorie acquisite e quanto più tardivo è l'esordio. Si tratta di una malattia ereditata secondo una modalità detta autosomico-recessiva (entrambi i genitori sono portatori sani e si ha una probabilità su quattro ad ogni gravidanza di avere un figlio malato). In tutte e tre le forme di AMS l'alterazione genetica è localizzata sul cromosoma 5. Recentemente su una porzione di questo cromosoma sono stati individuati i geni regolatori della sopravvivenza dei neuroni di moto: gene SMN, gene NAIP e gene p44. L’AMSB o Malattia di Kennedy è associata all'alterazione del gene per il recettore degli androgeni, situato sul cromosoma X; quindi in tale forma di AMS sono colpiti esclusivamente i maschi.

Dati epidemiologia

Prevalenza: 0.32-1.2/100.000. I maschi sono maggiormente colpiti e le femmine affette tendono ad avere sintomi meno gravi. La prevalenza in Piemonte e Valle d'Aosta è stimata in 2 casi su 100.000

ICD-9-CM: 3351

Codice esenzione: RFG050

Ambito di esenzione: nazionale

Parlato